Home // Blog // LA LEGGENDA DI OTORI DI LIAN HEARN

WARCHESS- RECENSIONE LA LEGGENDA DI OTORI

Di Lian Hearn

Questo libro mi fu prestato diversi anni fa da un’amica di mia mamma. Io amo i libri corposi in più non avevo mai letto nulla sul Giappone… ho letto la trilogia di 900 pagine in tre giorni.

Stupendo!

Trama: In un Giappone antico e magnifico, dove crudeltà e riti familiari si intrecciano, comincia la storia di Takeo, strappato alla sua vita tranquilla quando il suo villaggio viene brutalmente distrutto dai guerrieri del perfido Lord Iida. Senza genitori, senza casa, unico superstite del massacro, Takeo viene salvato da un nobile cavaliere sbucato dal nulla che lo adotta e lo introduce nel leggendario Clan di Otori. Il ragazzo dovrà fronteggiare odi e intrighi, passioni e tradimenti fino a diventare la pedina principale di un complotto ordito dai signori della guerra. Ma sfruttando i poteri soprannaturali che scoprirà di avere, Takeo riuscirà a trovare la propria strada nel mondo e incontrerà per la prima volta il vero amore, la bella e coraggiosa Kaede. Nulla verrà risparmiato ai due innamorati che non vogliono rinunciare alla purezza del loro amore, alla lealtà e alla nobiltà d’animo, pur sapendo di andare contro il giogo della tradizione. Sconvolgenti profezie, duelli e vessilli insanguinati per un romanzo mirabile e immaginifico, una creazione epica e incantata.

Recensione: Qual è il punto di forza di questo libro? Le descrizioni che arricchiscono una trama semplice ma d’impatto.

Io sono sempre stata affascinata dal Giappone e leggere questo libro ti sembra di sentire i profumi e i suoni. Tutto viene descritto con una calma assoluta:

“La pioggia era diventata acquerognola fine, quasi una nebbia e, nella luce più foca, sembravano un esercito di spettri.”

 

“In alcune abitazioni più grandi ardevano delle lanterne che proiettavano un bagliore arancione sul pavimento, in altre vedemmo il fuoco scoppiettare nella cucina in terra battuta e sentimmo arrivare l’odore del cibo che cuoceva.”

Takeo diventa un ragazzo con poteri straordinari, riesci a camminare sul pavimento in legno dove, a ogni pressione si sente il suo negli uccelli “il pavimento che canta” ma lui riesce a non far emettere nessun suono.

La storia si alterna tra viaggi, dove scopriamo il Giappone a battaglie. In questo libro sembra che ogni cosa sia stata posizionata nel momento giusto. I personaggi sono descritti non solo a parole ma anche con le azione.

Takeo che per gran parte del libro non parla riesci a capire quello che vuole dire in base ad un solo movimento della mano o da uno sguardo e questo il lettore riesce a farlo perché ha imparato a conoscere i personaggi in modo veloce ed esaustivo.

Punto di forza sono anche i dialoghi dove dietro c’è sempre un insegnamento.

“Come un salice bisogna mettere profonde radici nel terreno, ma è necessario essere morbidi e flessibili contro il vento che soffia tra le fronde”

 

Un libro dove rimanete piacevolmente colpiti. Se tra i vostri desideri c’è di viaggiare in Giappone ma non potete allora vi consiglio questo libro, camminerete tra le strade della città e vi sentirete in qualche modo a casa vostra.

Il vostro desiderio non è visitare il Giappone ma amate i fantasy- storici… questo fa per voi l’autrice ha unito diversi elementi creando un libro fantastico.

Voto: 5/5

Consigliato: Assolutamente sì!

0 Comments ON " LA LEGGENDA DI OTORI DI LIAN HEARN "

SPONSOR

PUBBLICITà-X-GIAN
pubblicità-ghibli

Facebook – Warchess e Libri

Facebook – Warchess Cosplay

Seguici su Twitter

Notizie
Copyright Warchess inc. - info@warchess.it - Magazine online - Allegato