Home // Blog // L’OMBRA DEL COLLEZIONISTA DI JEFFERY DEAVER

WARCHESS- RECESNIONE L’OMBRA DEL COLLEZIONISTA

Di Jeffery Deaver

Il primo libro che ho letto di questo autore è stato il Collezionista di Ossa, il primo della serie Rhyme… è da qui che è iniziato il mio amore per i thriller infatti appena ho letto che era uscito in America il seguito del libro ho aspettato con ansia l’arrivo in Italia!

Trama: Delle sue vittime lui non vuole il corpo, vuole solo la pelle: per marchiarla a morte. È un novembre gelido, a New York, e nelle strade spazzate dal vento e dalla neve si aggira un serial killer. È scaltro, feroce, implacabile. Aggredisce donne e uomini nei seminterrati, li trascina nelle gallerie buie e umide che si allargano labirintiche nel sottosuolo, li tatua con un inchiostro al veleno lasciando loro sulla pelle incomprensibili messaggi fatti di numeri e lettere; poi li abbandona a un’agonia lenta e straziante. Chi è e cosa vuole? E il tatuaggio che porta sul braccio, un centopiedi rosso con zanne e un volto umano, ha un significato? A esaminare i primi indizi, il killer sembra ispirarsi al collezionista di ossa, il famigerato criminale che più di dieci anni prima aveva gettato nel terrore la città e messo a dura prova il brillante talento deduttivo di Lincoln Rhyme. Questa volta, spalleggiato dalla fidata Amelia Sachs e da tutta la squadra, il criminologo più famoso d’America sarà costretto a districarsi in un oscuro ginepraio di false piste e colpi di scena, in lotta contro il tempo per sventare un piano folle e diabolico. Perché il passato non muore mai, e il nemico non è mai così lontano.

Recensione: Il primo gennaio alle 3 di notte ho finito questo stupendo libro! Finalmente Deaver ritorna alle origini e, oltre la trama principale della ricerca dell’assassino ci sono delle novità anche dal punto di vista dei personaggi.

Questo killer usa del veleno per i tatuaggio, e qui l’autore, oltre che far ripassare al lettore i principi di Locard parla anche dei veleni più famosi e quelli più pericolosi.

La storia è un continuo colpo di scena, soprattutto verso la fine, quando il lettore pensa di aver trovato la motivazione del comportamento dell’assassino, nella pagina successiva cambiano le carte in tavola!! C’è un grande ritorno nella vita del detective e dell’agente Sachs, con un personaggio che non si vedeva da moltissimo tempo.

La storia è fantastica, non ti annoi mai, neanche durante le spiegazioni.

I personaggi che ritroviamo sono diventati come degli amici, Rhyme dopo l’intervento riesce a muovere una mano mentre Amelia ha dei problemi con Pam, la bambina, ormai divenuta donna che ha salvato dalle mani del collezionista di ossa, e non soffre più di artrite come una volta.

La cosa che mi incuriosisce è il perché l’ha chiamato il ritorno del collezionista quando in realtà è un altro assassino che ritorna nella vita di Rhyme, uno che gli ha dato del filo da torcere fin dalla prima indagine! Però un bellissimo libro e un fantastico ritmo! Bravo Deaver!

Voto 5/5

Consigliato: Assolutamente sì!! Consiglio di leggere prima gli altri libri perché ci sono molti rimandi al passato, e anche se l’autore spiega tutto, è bello conoscere la storia dall’inizio!

0 Comments ON " L’OMBRA DEL COLLEZIONISTA DI JEFFERY DEAVER "

SPONSOR

PUBBLICITà-X-GIAN
pubblicità-ghibli

Facebook – Warchess e Libri

Facebook – Warchess Cosplay

Seguici su Twitter

Notizie
Copyright Warchess inc. - info@warchess.it - Magazine online - Allegato