Home // Blog // PICCOLI LIMONI GIALLI DI KAJSA INGEMARSSON

WARCHESS- RECENSIONE PICCOLI LIMONI GIALLI

Di Kajsa Ingemarsson

Quando non posso spendere altri soldi per i libri ci sono migliaia di libri che vorrei acquistare, invece quando posso spendere qualche soldino non trovo mai nulla! Capita anche a voi?

Questo libro infatti l’ho acquistato insieme ad Hunger Games quando alla Giunti c’era l’offerta 2 libri 15 Euro. Sinceramente mi ha incuriosita così ho deciso di acquistarlo… anche perché le alternative erano Fabio Volo e altri due tre scrittori che non amo molto!

Trama: Nel giro di poche ore Agnes vede il suo mondo andare in pezzi: il suo capo tenta goffamente di molestarla e, vistosi respinto, la licenzia. Rientrando a casa frustrata e amareggiata viene accolta, anziché dall’abbraccio consolatorio del fidanzato, dalla notizia che lui ha deciso di lasciarla. E un’altra brutta sorpresa è in arrivo dai genitori… Ce n’è di che chiudersi in casa a compiangersi. E invece Agnes non vuole darsi per vinta e, superato l’iniziale sconforto, cerca di riprendere in mano la propria vita accettando la proposta di un amico: aprire insieme un piccolo ristorante che profonda nell’inverno svedese profumi e sapori del Mediterraneo e di quei Piccoli limoni gialli che diventeranno la loro insegna. I due investono tutte le loro energie e i risparmi nella nuova avventura… Ma sarà la scelta giusta? Riuscirà Agnes a riscattarsi e magari a ritrovare l’amore?

Recensione: Agnes è una ragazza che, prima viene licenziata dal suo lavoro per non aver accettato le avance dal suo datore di lavoro, che ha anche cercato di molestarla in più viene lasciata dal fidanzato che ha trovato un’altra ragazza. Il libro inizia con una serie di disgrazie che cercano di farti avvicinare alla protagonista ma senza riuscirci troppo. L’unica che riesce a tirarla su di morale è la sua migliore amica, mezza alcolizzata ma senza che Agnes si sia mai accorta di nulla. La svolta avviene quando incontra un suo amico che vuole aprire un ristorantino e lei diventa la caposala.

La trama si snoda tra la sua vita privata, quindi la famiglia, la madre che ha un brutto incidente e sul fatto che la fabbrica più importante della cittadina dove Agnes è cresciuta sta chiudendo, e le vicissitudini del ristorante dove, tutta la reputazione gira intorno ad una possibile recensione che sarà fatta al ristorante.

Agnes pensa di aver riconosciuto la persona che farà la recensione ma non tutto è quello che sembra.

Sinceramente questo libro l’ho letto quasi per noia. Le situazioni spuntavano a casa, l’amico che riesce a trovargli un lavoro, proprio quello che desidera lei, il fatto che si fida sempre di tutti tranne del suo nuovo vicino che va spesso a mangiare nel suo ristorante e, che oltre ad essere sempre trattato male da Agnes (e non ho ancora capito il perché!) lui continua ad andarci e, anche nel momento del bisogno quando il suo ex ritorna per fare pace lui è lì ad aiutarla.

Nella quarta di copertina c’è scritto: Una tenera e frizzante commedia degli equivoci del duemila.

Io sinceramente per gli equivoci incolpo la protagonista che neanche per un momento si accorge di quello che accade fuori dal suo mondo. È sempre tutto concentrato su di lei.

L’unica parte che mi è piaciuta è la descrizione del ristorante, un misto tra Capri e la ricerca della bellezza mediterranea.

Voto: 2/5

Consigliato: Ni, si può definire un libro da spiaggia, poco impegnativo e che, anche se hai mille distrazioni non ti perdi nulla!

0 Comments ON " PICCOLI LIMONI GIALLI DI KAJSA INGEMARSSON "

SPONSOR

PUBBLICITà-X-GIAN
pubblicità-ghibli

Facebook – Warchess e Libri

Facebook – Warchess Cosplay

Seguici su Twitter

Notizie
Copyright Warchess inc. - info@warchess.it - Magazine online - Allegato